feb 28 2013

MEDIA CRISIS – Sintesi del pensiero di Peter Watkins

riceviamo e diffondiamo:

Peter Watkins, regista inglese, classe 1935 ha realizzato numerosi film e lavorato anni alla BBC, fino al suo licenziamento a causa del suo film “The War Game”, che denunciava il programma di armamento nucleare del Regno Unito, a tutti/e tenuto nascosto dalla stampa e dai Mass AudioVisual Media.

In queste poche righe ho tradotto e cercato di sintetizzare la sua analisi su quella che lui chiama “Crisi dei Media”, sperando che possa servire come spunto di riflessione.
La questione è molto complessa e sicuramente merita un approfondimento
Continua

feb 13 2013

Errico Malatesta e il programma elettorale della sinistra legalitaria

Sorprende sapere che questo articolo è stato scritto nel 1897. Probabilmente di Malatesta, uscì anonimo sul numero 2 dell'Agitazione, il 21 marzo del 1897. Sembra scritto oggi contro il programma elettorale della sinistra legalitaria, ad esempio di Ingroia. Invece è stato scritto 115 anni fa! Contro il programma elettorale del Partito Socialista, dal quale storicamente provengo tutte le correnti della sinistra, anche quelle più dure dei comunisti.

Allora si difeneva lo Statuto Albertino, oggi la Costituzione. Oggi come allora il programma delle forze elettoralistiche di sinistra era quello della legalità, della Continua

feb 03 2013

I funerali di Prospero Gallinari e la retorica del Partito dell’Ordine

Nonostante si tratta di un contributo che non viene certo dal movimento anarchico, crediamo che i nostri letteri possano trovare giovamento dalle seguenti letture, tratte da  http://www.combat-coc.org/

 

 

La morte di Prospero Gallinari, uno dei fondatori delle Brigate Rosse, ha scatenato una campagna mediatica tendente a criminalizzare tutta l’area della sinistra di classe, dentro una vulgata da “legge ed ordine” e da “coesione sociale” che ben conosciamo, e che viene puntualmente usata per colpire chiunque “osi” lottare contro il capitalismo.

Ne sanno qualcosa i compagni ed i lavoratori che, Continua

gen 11 2013

Ci sono momenti – di Giulia Marziale

Ci viene segnalato questo scritto di Giulia, prigioniera a Rebibbia a causa dell'Operazione Ardire, scattata la scorso 13 giugno. Una sorta di poesia in prosa, uno scorcio di libertà fra le sbarre di una gabbia. 

 

Ci sono momenti





Ci sono momenti in cui arriva il sole, attraversa le sbarre, filtra dal 

vetro, attraversa la bottiglia che hai sul tavolo, si allunga in stralci 

sul tavolo, ti scalda un po’ l’orecchio.



Ci sono momenti in cui di notte guardi il soffitto, ascolti il 

silenzio, senti il rumore del vuoto del corridoio, Continua

gen 03 2013

Sui concetti di rettitudine e virtù (di Michele Fabiani)

Articolo tratto dall'ultimo numero del Seme Anarchico.

http://www.anarchaos.org/2012/12/e-uscito-il-nuovo-numero-del-seme-anarchico-2/

 

Per contattare la redazione scrivere ai seguenti indirizzi :
Antonietta Catale – Guido Durante , C.P.233 , 15121 Alessandria
oppure   semeanarchico@libero.it
 

LA RETTITUDINE BORGHESE E L’EROISMO RIVOLUZIONARIO

 

Stavo studiando la Filosofia del diritto di Hegel, per uno scritto che forse uscirà nel 2013 (filosofico, non politico), e mi sono saltate alla mente delle riflessioni propriamente politiche che riguardano il movimento anarchico e che vorrei mettere in comune con i compagni e le persone affini.

Più lo rileggo e … Continua

nov 28 2012

UNA CONVERSAZIONE TRA ANARCHICX

UNA CONVERSAZIONE TRA ANARCHICX

Una discussione di tattica, teoria e pratica tra i membri incarcerati della COSPIRAZIONE DELLE CELLULE DI FUOCO e alcunx anarchicx in Messico.

Quella che segue è una conversazione tra i membri incarcerati della CCF e varx anarchicx del Messico. Le domande provengono da diversx compagnx del paese e non solo dal collettivo editoriale di Cospiracion Ácrata. Ringraziamo i/le compagnx che ci hanno aiutato con l’enorme lavoro di traduzione del testo dal greco allo spagnolo, e ai/alle compagnx che ci hanno aiutato a realizzare la conversazione con Continua

ott 19 2012

Purché non se ne parli

Si tratta di una delle grandi ipocrisie umane: la libertà di critica. Nessuno oserà mai affermare esplicitamente la propria ostilità nei confronti della critica, tutti ne riconosceranno comunque il valore e l'importanza. Nei sistemi politici, infatti, la sua messa al bando è notoriamente sinonimo di totalitarismo. Eppure, la sua manifestazione viene sollecitata, gradita, o anche solo tollerata, quasi esclusivamente quando non è indirizzata verso se stessi. Criticare va bene, va benissimo… finché si criticano gli altri.
Siamo sinceri: in fondo i dittatori  l'hanno mai pensata diversamente? … Continua
ott 14 2012

Anar + Chaos – Scazzi e Controinformazione

Ci scusiamo con tutti i compagni per la pubblicazione della notizia relativa ad una presunta riunione, svoltasi in un noto centro sociale di Roma, per la creazione di un servizio d'ordine per il corteo del prossimo 27 Ottobre. La notizia non è verificata, e lo stesso spazio citato nell'articolo ha smentito in ogni maniera un suo coinvolgimento nella possibile creazione di un servizio d'ordine interno al corteo. Nostro errore è stato riportare una notizia non verificata, anche se proveniente da una "fonte" di fiducia. In futuro saremo più attenti.

In … Continua

set 11 2012

Sotto un cielo di sbarre (di Giuseppe Lo Turco)

Loro lo incarcerano: noi ne diffondiamo i testi

Sotto un cielo di sbarre

"Siamo tutte e tutti carcerati, poichè una società che ha bisogno del carcere, di rinchiudere ed escludere, è essa stessa carcere. Ma non sarà mai incarcerabile la gioia del sogno della libertà dai padroni e dalle loro galere, la gioia di una solidarietà in lotta" 
 

Marco Camenisch

Si dice che lo stolto, invece di puntare gli occhi sulla luna, si soffermi a rimirare il dito che la indica. Eppure, senza voler giustificare lo stolto o reputarmi … Continua

ago 29 2012

Il carcere e il suo mondo. Riflessioni per una società senza gabbie (di Massimo Passamani)

 

Loro lo incarcerano e noi ne diffondiamo i testi…
 
Questo testo è la trascrizione della conferenza dal titolo omonimo tenuta da Massimo Passamani a Rovereto il 5 dicembre 2000. La serata sul carcere faceva parte di tre incontri sul controllo sociale e i suoi nemici. Le altre due conferenze del ciclo di incontri vertevano sulle biotecnologie e sulla criminalizzazione degli immigrati.
 
 
Il carcere e il suo mondo
Riflessioni per una società senza gabbie
 
Qualche parola prima di entrare nell'argomento di questa sera: il carcere e … Continua

Anarchaos.org is powered by WordPress